Spumanti Gemin

"Pioniere"
Valdobbiadene docg Extra Brut
Rive di Santo Stefano

"Pioniere"
Valdobbiadene docg Extra Brut
Rive di Santo Stefano

‘PIONIERE’ Rive di Santo Stefano. Partiamo dalla menzione RIVE in etichetta. Questa rivendicazione è molto importante dal punto di vista qualitativo, perché indica il Cru di provenienza di questo spumante. Il nostro Consorzio ha individuato delle zone ristrette nelle colline di Valdobbiadene e Conegliano, dove la viticoltura dà risultati qualitativamente superiori.
Queste zone vengono riportate in etichetta con la menzione RIVE e il riferimento della zona produttiva, nel nostro caso Santo Stefano. Il nome della bottiglia deriva dal fondatore Gemin, che è stato uno dei PIONIERI a Valdobbiadene nella produzione dello spumante e nella valorizzazione di questo nobile vino.
Il terreno di provenienza di questo Valdobbiadene DOCG risulta argilloso, marnoso, perciò gli conferisce sapidità e struttura, che aiutano a bilanciare la sua completa assenza di residuo zuccherino. Le viti sono tutte molto vecchie (sopra i 50 anni), e questo aiuta molto la complessità olfattiva, che evolve nel calice quando viene versato.
Come per il Cartizze, anche questo spumante parte separato dalle uve e arriva separato in bottiglia. Una sua particolarità è il periodo di sosta sui lieviti in autoclave, che è di 180 giorni: questa lunga maturazione porta all’evoluzione degli aromi e le sfumature strutturali, tipici di questo Valdobbiadene DOCG. Per ristabilire l’equilibrio il vino rimane a riposare per altri 4 mesi dopo l’imbottigliamento ed essere pronto per la vendita. Particolare da non sottovalutare: possiamo proporre il nostro vino solo un anno dopo la vendemmia. Ciò sta a significare che se la materia prima è di qualità, il Valdobbiadene DOCG può durare anche nel tempo. Al contrario, un Prosecco DOC dopo 4-6 mesi vede completamente calare la sua qualità. Torniamo al PIONIERE: non ha residuo zuccherino, anche se la sensazione gustativa potrebbe confondere il palato (noi lo consideriamo un gran pregio).

Ogni bottiglia infine viene incartata a mano e messa in commercio.

Temperatura di servizio 6-8°C

Abbinamenti: da degustare in cene di pregio e occasioni speciali. Si sposa bene con i crostacei o una selezione di pesce crudo, ma può essere apprezzato anche con della carne bianca leggermente grassa.

spumanti Gemin Pioniere Rive di Santo Stefano Extra Brut

Pioniere Rive di Santo Stefano Extra Brut

ZONA DI ORIGINE: Zona di Valdobbiadene
VITIGNO: Glera
FORMA DI ALLEVAMENTO: Sylvoz
EPOCA DI VENDEMMIA: Settembre
RESA UVA PER ETTARO: 120 q.li
VINIFICAZIONE: In bianco mediante pressatura soffice
FERMENTAZIONE PRIMARIA: A temperatura controllata e con lieviti selezionati
SPUMANTIZZAZIONE: In autoclave con metodo Charmat o Martinotti

CARATTERISTICHE ANALITICHE:
TITOLO ALCOLOMETRICO: 12% VOL.
RESIDUO ZUCCHERINO: 0-1 g/l
ACIDITÀ TOTALE: 5,50 g/l
ANNATA: 2018

Adatto ad essere degustato in occasioni speciali per cogliere appieno tutte le sue sfumature. Una produzione di un numero limitato di bottiglie che dà un valore speciale a questo vino.
Si degusta a 6-8°C in bicchieri preferibilmente panciuti per esaltarne i profumi.

Formati disponibili: lt. 0,75 e Magnum da 1,5 lt.

Pioniere Rive di Santo Stefano Extra Brut

Scopri gli altri prodotti Gemin

"Pioniere"
Valdobbiadene docg Extra Brut
Rive di Santo Stefano

"Pioniere"
Valdobbiadene docg Extra Brut
Rive di Santo Stefano

Torna su